LETTERA / RIVOLI, PER IL COMUNE NON È IMPORTANTE L’EMERGENZA CLIMATICA?

dal GRUPPO “EUROPA VERDI PIEMONTE”

RIVOLI – Lo scorso 30 settembre, in consiglio comunale a Rivoli, è stata discussa la mozione in cui veniva richiesta la “Dichiarazione dell’emergenza climatica ed ambientale”. All’incontro erano presenti anche una rappresentanza dei ragazzi di “Fridays For Future”, che proprio qualche giorno prima, il 27 settembre (giorno del “Global Strike for Climate”), hanno invaso con cortei e striscioni, vie e piazze di Torino insieme ad altri moltissimi studenti, per chiedere alla politica azioni concrete contro i cambiamenti climatici e in generale riguardo ai temi dell’ambiente. Nessuna richiesta è stata approvata e presa a cuore dalla neo giunta rivolese, a trazione leghista.

La prova la si ha avuta soprattutto quando il Sindaco, ad un certo punto, ha pensato bene di “lasciare l’aula” mentre i giovani attivisti esprimevano le loro richieste, senza dimenticare la più totale indifferenza di diversi esponenti della giunta durante tutta la seduta, ad eccezioni degli assessori Montanari e Reinero, visibilmente interessati.  La maggioranza, dunque, ha deciso di “rinviare” la mozione nell’opportuna commissione per “riscrivere una mozione fatta come si deve” tutti insieme.

Secondo noi Verdi, è un rinvio gravissimo di cui non si “comprende la reale necessità”, visto che questa stessa mozione è stata presentata in centinaia di altri comuni italiani, senza alcun problema e dimostra, ancora una volta, quanto i partiti di destra siano lontani anni luce dai temi verdi. Come Europa Verde Piemonte, ci saremmo aspettati un’altra accoglienza, un nutrito interesse verso i temi dell’ambiente, oltre ad una buona educazione nei confronti di un’istanza che, seppur declamata con voce di ragazzi, ha un timbro adulto che ci dice chiaramente: “fate presto, è il momento di agire!!”.

I co- Portavoce Regionali dei Verdi del Piemonte Alessandro Pizzi e Tiziana Mossa
Il responsabile dei Verdi di Rivoli Vito Rosiello

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *