COLLEGNO RICORDA 5 PARTIGIANI UCCISI DAI NAZIFASCISTI

COLLEGNO – Collegno ha commemorato oggi ,al cippo di corso Francia 113, il sacrificio di cinque giovani partigiani canavesani: il 2 gennaio 1945 furono barbaramente fucilati dai nazifascisti. Erano presenti il Sindaco Francesco Casciano, della Presidente del Consiglio Vanda Bernardini, dell’assessore alla Qualità della Città Gianluca Treccarichi (che ha pronunciato l’orazione istituzionale), del Presidente della Sez. ANPI di Collegno Ottorino Cirella e di Franco Brunetta dell’Anpi canavesano, giornalista e autore di saggi sulla Resistenza. I giovani partigiani che sono stati ricordati sono Maurizio Spago, Amalio Perrero, Michelino Quaranta, Teodoro Destefanis ed Emilio Garbolino.
Il sindaco Francesco Casciano dichiara: «Nel 2020 ricorrono i 75 anni dalla Liberazione dell’Italia dal nazifascismo: Collegno inizia oggi il percorso della memoria, che ha reso la nostra Città Medaglia d’argento al merito civile e Medaglia d’oro al valor partigiano. Gli episodi di violenza accaduti ieri l’altro a Venezia ci ricordano che è importante esserci, coltivando i valori della Costituzione di libertà, pace, giustizia nella nostra vita quotidiana: gli anticorpi alla violenza siamo noi». L’assessore alla Qualità della Città Gianluca Treccarichi aggiunge: «Commemorare è innanzitutto un atto di conoscenza. Come cittadini e come amministratori, abbiamo il dovere di fare tesoro del grande impegno dell’Anpi e di chi scrive della Resistenza, diffondendo le storie drammatiche di chi ha perso la vita per garantire a noi la libertà».


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *