CERCHI CASA? QUESTO È IL MOMENTO IDEALE PER ACQUISTARNE UNA

Un periodo storico, quello attuale, difficile da gestire e comprendere. Tuttavia, nonostante le negatività e le incertezze, il mercato immobiliare sembra aver trovato una strada giusta da seguire per mantenere la linearità nelle compravendite.

Solo nel terzo trimestre del 2021, il trend registrato è in positivo con un +21,9% delle compravendite residenziali. Ma non è tutto, infatti questa positività è stata riscontrata anche nel settore produttivo e non residenziale.

Tutti dati che fanno sperare in un futuro migliore, con quella voglia di ricominciare magari iniziando proprio dalla casa dei sogni. La compravendita immobiliare non si ferma e i dati dell’Omi – Osservatorio del Mercato Immobiliare dell’Agenzia delle Entrate – mettono l’accento sull’incremento delle vendite e degli acquisti immobiliari, con un totale di circa 172 mila unità. I dati sono stati messi a confronto del 2019 e 2020: il primo anno non influenzato dalla pandemia, mentre il secondo decisamente più incerto.

Un 2021 partito alla grande trovando un grande riscontro anche all’interno del settore commerciale/terziario, con un incremento del 26,9% e con una crescita che supera il 47% in totale.

Quando si parla di case in vendita si intende una tendenza al cambiamento, alla voglia di trovare uno spazio degno per la propria esistenza all’interno di una abitazione perfetta. Per realizzare i propri sogni e desideri, il consiglio è di effettuare la compravendita presso una agenzia immobiliare certificata che guarda al futuro. Dove.it è presente online e si affida ad agenti professionisti del settore che sanno come guidare attraverso ogni tipo di acquisto e vendita di immobili.

Affidarsi a soli esperti del settore significa poter gestire al meglio la ricerca, la contrattazione e anche la burocrazia.

Come accennato, solo nel terzo trimestre del 2021 il tasso di crescita delle compravendite è in positivo. Ma tradotto in numeri cosa significa? Ben 31.000 transazioni in più e 172.000 scambi, come evidenziato dall’OMI.

La compravendita riguarda tutte le aree geografiche italiane, seppur con un aumento incentrato nei comuni capoluogo del centro con un +30%. Il Paese è quindi protagonista di questo incremento, associato al fatto che si voglia trovare una casa più grande (magari con terrazzo o giardino) in zone tranquille o in pieno centro.

Le principali città italiane hanno registrato un aumento degli acquisti delle abitazioni: 5.000 in più rispetto al primo trimestre del 2020. Il primato lo detiene Firenze, al secondo posto Roma e poi Genova e Milano. Torino e Bologna sono più lente, ma non ferme  nella compravendita degli immobili (sfiorando il +20%).

Si parla anche di mercato non residenziale del comparto commerciale e, anche in questo caso, non sono mancate le soddisfazioni con tassi superiori alla media soprattutto al Nord Italia.

L’OMI mette in evidenza un bel +18% per lo scambio di studi privati e uffici, mentre per negozi e laboratori si arriva ad un +22,7%. Ma non è tutto, il +30,6% è per la compravendita di depositi commerciali mentre il 47,1% riguarda i capannoni industriali. E il settore agricolo? In forte crescita registrando dati del +19,3% solo nel primo trimestre del 2021. Dati entusiasmanti per una ripartenza meritata, volta a guardare al futuro.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *