A RIVALTA LE CANZONI DI GUCCINI: CON FEDERICO SIRIANNI PER “BORGATE DAL VIVO”

Federico Sirianni

dall’UFFICIO STAMPA “BORGATE DAL VIVO”

RIVALTA DI TORINO – Una celebrazione, ma senza ingessature: è quasi una festa di compleanno quella che, pur in assenza del festeggiato, andrà in scena a Rivalta di Torino domenica 18 luglio, con l’intero pubblico a fare da invitati e le canzoni di Francesco Guccini come un brindisi collettivo. Francesco Guccini ha compiuto da poco 80 anni, anni che hanno attraversato la storia del Paese, dal dopoguerra al boom, dal sessantotto agli anni di piombo, dalla seconda repubblica a questi tempi contraddittori e decadenti.

Di tutti questi anni, le canzoni di Guccini sono state la colonna sonora, hanno raccontato la politica e il personale, il privato e il sociale: stilettate nei confronti dei potenti, dell’ingiustizia, dei soprusi; stilettate per smascherare e deridere gli ipocriti, i benpensanti, i farisei; ma anche dolcissime parole d’amore per narrare sentimenti e malinconie; e ancora altre parole per raccontare esseri umani imperfetti e dolenti, soli ed emarginati.

Federico Sirianni, pluripremiato cantautore genovese (ospite al Premio Tenco nel 1993, Premio della Critica al Festival Musicultura, Premio Bindi, Premio Lunezia Doc, Menzione Speciale del Club Tenco per Musica contro le mafie), dopo aver raccontato in maniera profondamente personale artisti come Fabrizio De André e Giorgio Gaber, porta in scena uno spettacolo dedicato a Francesco Guccini, uno spettacolo totalmente condiviso con il pubblico presente, in cui non esiste la quarta parete, ma solo una grande festa popolare in cui artista e pubblico cantano praticamente insieme.

In scena con Sirianni, insieme al fisarmonicista e tastierista torinese Matteo Castellan, un ospite davvero speciale, Juan Carlos Flaco Biondini, lo storico chitarrista che ha accompagnato Guccini nei suoi concerti per oltre quarant’anni e che, nel corso della serata, oltre a impreziosire le canzoni con le sue corde, racconta alcuni aneddoti del suo vissuto con il Maestrone.

Juan Carlos Flaco Biondini e Francesco-Guccini

FEDERICO SIRIANNI

Cantautore genovese, adottato in età adulta da Torino, è considerato erede della grande scuola genovese dei cantautori. Ospite giovanissimo al Premio Tenco nel 1993, vince in seguito il Premio Musicultura della Critica (2004), il Premio Bindi (2006) e il Premio Lunezia Doc (2010). Ha pubblicato quattro dischi e il libro/disco “L’uomo equilibrista” (Miraggi edizioni – 2015). L’Ultima produzione discografica, “Il Santo” (2016), ha ricevuto la Menzione Speciale del Club Tenco per la manifestazione Musica contro le mafie.

È stato autore musicale e attore per il Teatro della Tosse di Genova, ha insegnato Songwriting alla Scuola Holden di Torino ed è tutor per il progetto della Regione Liguria “Cantautori nelle scuole”. È in scena, oltre che con il suo concerto, con “Qualcuno era comunista – omaggio a Giorgio Gaber”, patrocinato dalla Fondazione Gaber, con i musicisti originali del teatro-canzone e la regia di Arturo Brachetti. È da poco uscito il nuovo album dal titolo “Maqroll” (NotaMusic), ispirato alle narrazioni di Alvaro Mutis.

Radio1 Rai è media partner di “Borgate dal Vivo” 2021. Lo spettacolo “Io non perdono e tocco. Omaggio a Francesco Guccini” con Federico Srianni e ospite Juan Carlos Flaco Biondini si terrà presso l’Arena del Monastero in via Balegno a Rivalta di Torino nella serata di domenica 18 luglio alle ore 21.

L’ingresso è gratuito. Le prenotazioni sono online cliccando il seguente link https://www.borgatedalvivo.it/io-non-perdono-e-tocco. Per maggiori informazioni scrivere una mail all’indirizzo info@borgatedalvivo.it oppure visitare il sito http://www.borgatedalvivo.it/.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *