RIVOLI, SEQUESTRATI RISTORANTE E IMPIANTI SPORTIVI PER TENTATA ESTORSIONE

https://www.facebook.com/watch/?v=538765416915588&extid=5h1iKf4V5vSHoSJh

dall’UFFICIO STAMPA DEI CARABINIERI

RIVOLI – Questa mattina, a Rivoli i carabinieri della Compagnia hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo – emesso dal Gip del Tribunale di Torino su richiesta della locale Procura – del circolo ricreativo, comprensivo di ristorante e impianti sportivi, Green Park Tennis di Rivoli. Contestualmente sono state notificate 4 informazioni di garanzia nei confronti di altrettanti indagati, per il reato di concorso in tentata estorsione.

I provvedimenti traggono origine dalle indagini avviate dalla Stazione di Rivoli, nel mese di novembre 2019, a seguito di un esposto presentato dalla proprietaria del circolo per le pressioni ricevute e per un tentativo di estorsione da parte degli indagati, per indurla a stipulare un contratto di affitto con un nuovo e unico socio, a lei non gradito. Per convincere la donna a cedere alle loro richieste, l’hanno minacciata che avrebbero avviato un lungo contenzioso civile, legato al precedente contratto, che le avrebbe cagionato ingenti danni economici da sommarsi alla mancata corresponsione di diversi canoni di locazione, mai ricevuti, per un ammontare complessivo pari a 200.000 euro circa. Durante l’indagine, è emerso che il socio non gradito alla proprietà era, di fatto, già illecitamente subentrato nella gestione del complesso senza il consenso della proprietaria.

L’attività investigativa dei militari dell’Arma ha dimostrato l’attendibilità delle dichiarazioni della donna che hanno permesso all’AG di emettere il decreto di sequestro connesso agli avvisi di garanzia agli indagati. Al termine delle attività di polizia giudiziaria il circolo è stato affidato alla proprietaria per gli oneri di custodia.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *