Nuovo bonus da 954 euro, l’accordo c’è: il sostegno sarà erogato a chi rientra in queste categorie

L’accordo è ufficiale e le novità sono positive: in arrivo un bonus fino a 954 euro. Di che cosa si tratta e chi lo riceverà.

Di questi tempi ricevere notizie positive sul fronte finanziario è come una manna dal cielo. Del resto l’inflazione ed il caro vita hanno eroso gli stipendi e chi non ha la possibilità di investire denaro si è ritrovato, dopo oltre un anno di aumenti stellari e stipendi in proporzione mediamente non adeguati, con molti meno soldi in tasca rispetto al 2022.

Nuovo bonus 954 euro
Confermato un bonus una tantum rivolto a migliaia di lavoratori. I dettagli (cinturaovest.it)

Un contesto difficile e, al momento, con pochi spiragli positivi, tanto da spingere le persone a cercare un ‘rifugio‘ nei bonus e nelle agevolazioni proposti a livello nazionale, regionale o locale. Ma vi sono anche altre novità interessanti in tal senso, una delle quali riguarda uno specifico accordo raggiunto nei giorni scorsi e che permetterà a molti lavoratori di ricevere un bonus fino a 954 euro. Scopriamo di che cosa si tratta.

Bonus fino a 954 euro, accordo raggiunto: chi lo riceve

Il bonus in questione non rappresenta un aiuto fornito sulla base di requisiti di reddito, di pensione o di composizione del nucleo familiare, ma costituisce una sorta di erogazione conseguente ad uno dei periodi più difficili che non solo l’Italia, ma il mondo intero si è ritrovato a dover affrontare.

Stiamo parlando della pandemia di Covid che tra il 2020 e il 2021 ha letteralmente provocato un terremoto sanitario in primis ma anche economico, tra lockdown ed attività che hanno dovuto fermarsi. C’è però chi non ha mai arrestato il suo lavoro, arrivando a farlo anche per giornate e nottate intere pur di salvare più vite possibili ed è proprio a loro che il bonus frutto del recente accordo è rivolto.

Nuovo bonus 954 euro
Come viene determinato l’importo del bonus covid per il personale sanitario (cinturaovest.it)

Stiamo parlando ovviamente del personale sanitario e socio-sanitario che ha lavorato senza sosta nel pieno dell’emergenza pandemica e, nel caso dell’agevolazione in questione, nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2021 ed il 31 marzo 2022. Nelle ultime ore le organizzazioni sindacali del comparto hanno raggiunto insieme alle aziende pubbliche di servizi alla persona un accordo presso l’Apran (Agenzia provinciale per la rappresentanza negoziale).

Siglato allo scopo di consentire l’erogazione di un Bonus Covid di importo compreso tra 376 e 954 euro. Una somma che va a riconoscere l’impegno profuso dal personale, mettendo a rischio la loro stessa vita, nel periodo di crisi sanitaria provocato dalla pandemia di Covid-19. Si tratta di una somma forfetaria una tantum e la sua quantificazione è legata all’impegno orario profuso dai lavoratori. Attenzione però, la novità riguarda la regione Trentino e rientra nell’attività dell’esecutivo provinciale volta a valorizzare le risorse umane riconoscendone impegno e contributo durante la pandemia.

Impostazioni privacy