RIVOLI, ADDIO A SALVATORE PUTIRI: “UNA PERSONA SPECIALE”

 

RIVOLI – Una morte improvvisa, che ha lasciato un grande vuoto tra gli amici e la sua famiglia. Il 22 marzo Salvatore Putiri è scomparso così: aveva 64 anni ed è deceduto sull’ambulanza, senza neanche avere il tempo di arrivare in ospedale. Salvatore era un vero “personaggio” a Rivoli, apprezzato per la sua grande voglia di vivere e l’entusiasmo: “Aveva 64 anni, era stato operato al cuore circa 2 anni fa – racconta un’amica – era una persona piena di vita, uno chef vecchio stampo e che un tempo faceva anche il dj…una persona simpaticissima e molto attiva, che andava sempre a ballare con gli amici e partecipava a feste e iniziative”.

“Sono scioccata – aggiunge ancora l’amica – da anni ci scambiavano tutti i giorni il buongiorno e la buonanotte. Tutto mi potevo aspettare, ma non questo…a lui…proprio lui che per semplice starnuto andava a farsi controllare, perché era molto attento alla sua salute. Salvatore teneva in forma andando a camminare tutte le mattine in città a Rivoli, nonostante l’infarto di due anni fa si era ripreso alla grande. Anche quando ero andata a trovarlo alla clinica, dopo l’operazione al cuore, eravamo ai giardini a chiacchierare e scherzare sulla cicatrice. Era davvero una persona solare”.

Secondo quanto riportato da un’altra amica, Salvatore non stava bene già da alcuni giorni: si lamentava di un forte mal di gola. In questo periodo i medici non possono fare visite dirette e la “diagnosi” era stata fatta per telefono, ipotizzando una semplice tracheite. L’altra notte però la situazione è peggiorata: il 64enne si è sentito male e ha perso conoscenza. Inutile la chiamata dei soccorsi, non c’è stato più nulla da fare.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *