RIVOLI, LA RABBIA DEI GENITORI: “DOBBIAMO PAGARE IL BUS, MA IL COMUNE AVEVA PROMESSO CHE ERA GRATUITO”

di MARTINA CIANO

RIVOLI – A giugno del 2019, causa lavori di ristrutturazione, la scuola primaria Freinet a Rivoli è stata chiusa e gli alunni sono stati trasferiti presso la scuola Neruda. Lo spostamento ha causato disagi alle famiglie tanto da richiedere all’amministrazione la possibilità di usufruire di uno scuolabus gratuito, come era avvenuto in passato.

“Abbiamo incontrato personalmente ad inizio anno scolastico la vicesindaca e l’assessore ai trasporti e ci era stato garantito che se avessimo utilizzato un solo pulmino, e non due, il servizio sarebbe stato gratuito fino alla fine dei lavori – ha detto una mamma – Nonostante ciò a fine gennaio ci è arrivata un e-mail con scritto che avremmo dovuto pagare 45 euro per i mesi da ottobre a dicembre e in più la ristrutturazione, che doveva terminare entro l’anno, è stata prolungata a fine vacanze di Pasqua”.

Il 28 gennaio è stata inviata un e-mail all’amministrazione in cui sono state raccolte le firme dei genitori dei bambini che hanno utilizzato il trasporto e la richiesta del servizio gratuito.

Venerdì 7 febbraio Cintura Ovest ha contattato il vicesindaco Laura Adduce per una replica sulla lettera dei genitori e le abbiamo girato il testo.  Rimaniamo in attesa della risposta del vicesindaco e dell’amministrazione comunale, di cui daremo notizia in un prossimo articolo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *