GRUGLIASCO, ANCORA CRISI ALLA MASERATI: 1453 LAVORATORI IN SOLIDARIETÀ

GRUGLIASCO – Ieri 20 gennaio 2020 è stato sottoscritto tra l’azienda Maserati e la Fiom Cgil un accordo sindacale, col quale viene prorogato fino a fine giugno il contratto di solidarietà già attualmente in corso.

L’azienda ha dichiarato che nonostante il prolungato utilizzo di ammortizzatori, la situazione non permette il pieno impiego dei lavoratori oggi adibiti alle produzioni di Grugliasco.

La proroga del contratto di solidarietà riguarda 1453 lavoratrici e lavoratori dello stabilimento.

Edi Lazzi, segretario provinciale Fiom Cgil e Gianni Mannori, responsabile della Maserati per la Fiom di Torino, dichiarano: «abbiamo convenuto una proroga del contratto di solidarietà per garantire il reddito delle lavoratrici e dei lavoratori, ma abbiamo espresso all’azienda le nostre preoccupazioni per una situazione che non lascia intravedere miglioramenti. La stessa FCA, non è in grado di dire oggi se questa proroga dei contratti di solidarietà prelude ad una ripresa piena dell’attività produttiva alla Maserati di Grugliasco. È una situazione che, insieme al diffuso calo delle produzioni legate all’automotive nell’area torinese, sollecita ulteriormente l’impegno di tutti i soggetti economici, sociali e istituzionali per la difesa e il rilancio dell’economia e del lavoro nel nostro territorio, a cominciare dall’arrivo di nuove produzioni».


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *