GRUGLIASCO, IN PIAZZA CONTRO ODIO E RAZZISMO

Riceviamo da Alessia, Fabrizio, Federico, Fulvio, Gabriele, Gloria, Livio, Simone, Tania e Valerio

GRUGLIASCO – Siamo un gruppo di giovani nati o cresciuti a Grugliasco e Zona Ovest, siamo nate/i tra gli anni ’80 e i primi 2000: ciascuno di noi è attivo in associazioni del territorio, gruppi studenteschi e movimenti d’impegno civile come quello per l’acqua pubblica e per il clima, perché abbiamo voluto dare un senso concreto alla pratica democratica della Costituzione italiana, nata dalla Resistenza antifascista.

Abbiamo partecipato ai viaggi della memoria organizzati dal Comune in visita dei lager nazisti, abbiamo conosciuto le donne e gli uomini della Resistenza locale, come l’attuale Presidente dell’ANPI di Grugliasco, il Partigiano Antonio Falbo che oggi ha 95 anni, sopravvissuto alle torture dei fascisti.

Abbiamo storie familiari di Resistenza partigiana e deportazione nei campi di sterminio nazisti: noi non abbiamo dimenticato cosa accadde ai nostri nonni e bisnonni a causa della guerra voluta dai fascisti e soprattutto non vogliamo dimenticare.

Il 28 novembre il Consiglio Comunale di Grugliasco voterà il conferimento della cittadinanza onoraria a Liliana Segre, sopravvissuta da bambina al campo di sterminio nazista di Auschwitz e oggi Senatrice della Repubblica, costretta a difendersi con una scorta armata a causa delle minacce razziste e neofasciste che riceve costantemente ogni giorno.

Un atto istituzionale, simbolico, di grande valore civile, che vogliamo sostenere convintamente anche dal basso, tenendo conto che la violenza neofascista, xenofoba, razzista e omofoba si diffonde sia in forma verbale via internet e sia in forma fisica, con aggressioni e attacchi a persone ritenute “diverse” nelle città di tutta Italia.

Contro questa violenza che sembra tornata normale e accettata anche dai mass media, noi vogliamo esprimere chiaramente la voce di un’altra Italia, una voce carica di tanta energia e tantissima passione, un’Italia forte della propria memoria e consapevole dei propri pilastri fondanti: Antifascismo, Costituzione, Democrazia e Repubblica.

Chiediamo a chi condivide queste nostre preoccupazioni e sensibilità di dimostrare con la propria presenza che nella nostra città l’adesione ai valori affermati dalla Resistenza e ai principi espressi nella Costituzione è ancora vigorosa: non abbiamo dimenticato e non dimenticheremo, abbiamo tante generazioni future a cui consegnare questi valori, praticandoli ogni giorno.

Abbiamo scelto come luogo di ritrovo piazza 66 Martiri, in centro a Grugliasco, perché Grugliasco è la città che fonda la propria identità sulla strage nazifascista dei 68 Martiri, torturati e barbaramente trucidati il 29 e 30 aprile 1945 durante la Seconda Guerra Mondiale. Tutto questo avverrà giovedì 28 novembre a partire dalle ore 18 fino alle 19.30 circa.

Sappiamo di essere tante e tanti: incontriamoci e diamoci visibilità, per la memoria del passato, l’impegno del presente e il progetto di futuro. Diffondiamo e partecipiamo.

“PARTECIPA ANCHE TU VIENI ANCHE TU IN PIAZZA CON NOI PER LA MEMORIA DEI CAMPI DI STERMINIO E L’IMPEGNO COME CITTADINI ATTIVI”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *