DA ALPIGNANO A BUTTIGLIERA ALTA: CONTRIBUTI PER L’ACQUISTO DI BICI

dal COMUNE DI ALPIGNANO

ALPIGNANO – Con l’arrivo della stagione estiva i Comuni della Zona Ovest, nell’ambito del progetto “ViVO” – Via le Vetture dalla zona Ovest di Torino, cofinanziato dal Ministero dell’Ambiente, lanciano una nuova campagna di contribuiti per l’acquisto di biciclette. Un tema, quello della qualità dell’aria, su cui non solo si è tutti d’accordo, ma si lavora per cambiare le abitudini e su cui nell’ultimo anno si è dato ascolto alle richieste dei cittadini, degli insegnanti, delle associazioni.

Dopo il boom dell’ormai popolare iniziativa #bicintasca e il successo del bando e-bike, il nuovo avviso biciXtutti mira a raggiungere tutti, come dice il nome, ampliando sia la platea di beneficiari sia i modelli di bici agevolabili. BiciXtutti vuole dare la possibilità a tutti di acquisire una bici che possa essere in linea con le loro esigenze. Infatti si possono acquistare con il contributo bici tradizionali, pieghevoli ed elettriche, ma anche tandem, tricicli, handbike e il bando agevola anche l’acquisto di cargo bike, bici utili per accompagnare i propri figli o per trasportare oggetti.

Chi può partecipare al bando? Tutti i residenti, anche minorenni, purché maggiori di 6 anni, dei Comuni della Zona Ovest ossia Alpignano, Buttigliera Alta, Collegno, Druento, Grugliasco, Pianezza, Rivoli, Rosta, San Gillio, Venaria Reale e Villarbasse, senza requisiti ulteriori, ma anche le imprese, le organizzazioni non profit e i condomini ubicati nella zona ovest, perché vogliamo incentivare la condivisione di mezzi di trasporto non inquinanti offrendo uno spunto per cambiare mentalità consolidate legate all’uso dell’automobile.

Come funziona? Sul sito www.zonaovest.to.it sono disponibili le informazioni per partecipare, basta compilare il modulo di richiesta, attendere la conferma del contributo e poi procedere all’acquisto, dopo due mesi di monitoraggio dei percorsi, il contributo verrà accreditato sul conto corrente.

Quali incentivi si possono ottenere? I contributi saranno fino al 50% del prezzo della bici, con importi massimi da 150 a 500 euro a seconda del bene. Se si intende acquistare una cargo bike, ad esempio, sarà possibile ricevere il 50% del prezzo fino a 500 euro di contributo. Imprese, enti non profit e condomìni potranno acquistare più bici per un contributo massimo di 1.500 euro.

BiciXtutti è l’ulteriore tassello che si aggiunge alle politiche di incentivazione della domanda di mobilità sostenibile, un lavoro reso possibile grazie alla collaborazione tra i Comuni ad Ovest di Torino, che attraverso il Patto Territoriale e l’Agenzia della Mobilità Piemontese hanno anche intervistato e monitorato gli oltre 300 cittadini e lavoratori beneficiari dei contributi del progetto “ViVO”.

Una mole di informazioni e dati su spostamenti, abitudini e desideri da cui si evince che ad oggi sono stati risparmiati 16.000 kg di CO2 e che tra le azioni future, il 60% gradirebbe il bike to work e le velostazioni, iniziative che saranno messe in cantiere nei prossimi mesi, ma soprattutto da cui emerge che il 99% ha apprezzato le azioni “ViVO” e che rifarebbe la stessa scelta: un indicatore che consiglia alle Amministrazioni di proseguire in questa direzione.

Per maggiori informazioni è possibile visitare il sito www.zonaovest.to.it oppure contattare il Patto Territoriale Zona Ovest di Torino ai numeri telefonici 011-4157961 e 011-4050606.


One thought on “DA ALPIGNANO A BUTTIGLIERA ALTA: CONTRIBUTI PER L’ACQUISTO DI BICI

  1. Fuoridalcoro

    Curioso il concetto di via le vetture dalla zona ovest di Torino. Nessuno più si ricorda di quando Torino era la capitale dell’auto? E tanti lavoravano nella prestigiosa industria che le produceva o nell’indotto ? Quanti posti di lavoro, allora.

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *