OSPEDALE DI RIVOLI, PAZIENTE MUORE A NATALE: DONATI GLI ORGANI

dall’ASL TO3

RIVOLI – Una nuova donazione di organi è avvenuta il giorno di Natale negli ospedali dell’Asl To3 di Rivoli. Una donna di 80 anni è stata ricoverata presso la Rianimazione dell’ospedale rivolese per trattamento intensivo in seguito a emorragia cerebrale massiva e, nonostante i medici abbiano fatto tutto il possibile, stante l’irreversibilità della sua condizione, la mattina del 24 si sono manifestate le condizioni di morte encefalica.

Si è quindi riunita la Commissione prevista dalla legge sui prelievi d’organo, formata da un medico rianimatore, da un medico legale e da un neurologo, che hanno dichiarato la morte cerebrale della paziente. Accertata l’idoneità della donatrice ed acquisito il consenso dei familiari, si sono svolte le procedure per il prelievo degli organi che hanno avuto luogo proprio nel giorno di Natale.

Infermieri, medici ed operatori sanitari dell’Asl To3, in collaborazione con le equipe inviate dal Centro Regionale Trapianti, si sono prodigati nel delicato compito di prelevare fegato e reni. Per il Piemonte questo è stato un Natale da record per i trapianti. Un 25 dicembre all’insegna dell’altruismo e delle donazioni. In 36 ore tra la vigilia, la notte ed il giorno di Natale si è verificata una vera e propria maratona di trapianti che ha portato a effettuare quattro prelievi e ben nove trapianti.

Tanti piccoli miracoli che si compiono e che portano ad esprimere un sincero pensiero di gratitudine e vicinanza ai familiari da parte di tutti noi, ad iniziare dagli operatori sanitari impegnati quotidianamente nel diffondere il messaggio della donazione e del trapianto” – ha sottolineato il Direttore Generale dell’Asl To3 Dr. Flavio Boraso “ben consapevoli dell’alto valore umano e sociale che esso rappresenta. Ringrazio sentitamente anche medici ed operatori che nei diversi ruoli rendono possibile queste attività in qualunque momento dell’anno si rendano possibili“.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *