CINTURA OVEST DI TORINO: ATTENZIONE, DAL 4 DICEMBRE NUOVE LIMITAZIONI AL TRAFFICO IN ALCUNI COMUNI

CINTURA OVEST DI TORINO – Emergenza smog: da martedì 4 dicembre a giovedì 6 dicembre il semaforo è ARANCIONE per i seguenti comuni della Città Metropolitana: Torino, Beinasco, Borgaro, Collegno, Grugliasco, Moncalieri, Nichelino, Orbassano, Rivoli, San Mauro, Settimo e Venaria.

Limitazioni del traffico

DIESEL, BENZINA, GPL E METANO “EURO 0”: blocco di tutti i veicoli dalle 0:00 alle 24:00

DIESEL “EURO 1, 2, 3, 4”

Blocco dei veicoli adibiti al trasporto persone: tutti i giorni  dalle 8 alle 19;

– Blocco dei veicoli adibiti al trasporto merci: tutti i giorni dalle 8,30 alle 14 e dalle 16 alle 19.

 

Nessun testo alternativo automatico disponibile.


14 thoughts on “CINTURA OVEST DI TORINO: ATTENZIONE, DAL 4 DICEMBRE NUOVE LIMITAZIONI AL TRAFFICO IN ALCUNI COMUNI

  1. Cittadino

    In un mondo normale bisognerebbe consentire ľ uso dell’ auto a chi deve recarsi al lavoro e calibrare le fasce orarie in modo più corretto. Non tutti possono cambiare la macchina. E gli aerei non inquinano ? Occorre limitare gli spostamenti superflui, ľuso fine a se stesso dei mezzi a motore.

    Risposta
    1. Cittadino due

      Vai a piedi …non devo morire di tumore per permettere a te ed altri di usare auto obsolete.altrimenti usa la bici come faccio io così magari il comune implementa le piste ciclabili per tutti…

      Risposta
      1. Cittadino tre

        Cittadino due : non possiedi e non usi auto o altro veicolo a motore ? Vai sempre a piedi o in bici ? Il lavoro che fai non riguarda la produzione o ľincremento dell’ uso di veicoli a motore ?

        Risposta
        1. Marco

          Allora cambia città vai in qualche posto dove usano i carri cavalli non stare nelle città grandi così non muore di tumore Anna babbo

          Risposta
  2. ElCrin d'lá Doira.....

    Ah ah ah che perdita di tempo,,,,io il blocco lo ignoro totalmente,sarà già che una castronata mi impedisca di raggiungere Torino,,,, provate a fermarmi….

    Risposta
    1. Cittadino due

      Auguri.. e col il cds
      La multa per chi usa un’auto che non può circolare nel giorno del blocco del traffico è naturalmente la stessa in tutta Italia, perché a stabilirla è l’articolo 13 bis del Codice della Strada. L’importo della sanzione, che scatta in seguito ad un blocco dei vigili urbani o delle forze dell’ordine, va da un minimo di 163 euro a un massimo di 658 euro. Ed è sanzionata anche la recidiva: chi ha violato il blocco negli ultimi due anni e viene riscoperto nuovamente, rischia la sospensione della patente da 15 a 30 giorni.

      Risposta
    2. Marco

      È una grandissima cazzata prima si poteva girare con impianto a gas o metano adesso neanche quello andiamo a vendere il culo che è meglio va’ per lo stato di merda che abbiamo

      Risposta
  3. LIDIA GHEZZO

    Bisogna, fare in modo che i mezzi pubblici, percorrano le zone industriali, con le dovute fermate il più vicino possibile ai posti di lavoro. Perché per salvaguardare l’ambiente che è purtroppo ormai necessario, ne va della sicurezza delle persone. Dato che gli orari di lavoro, coprono anche fasce orarie serali.

    Risposta
  4. Marco

    È una grandissima cazzata prima si poteva girare con impianto a gas o metano adesso neanche quello andiamo a vendere il culo che è meglio va’ per lo stato di merda che abbiamo

    Risposta
    1. Marco

      Io sono 4 anni che non lavoro è lavoro una giornata così con qualcuno che conosco ogni tanto e nero e non me ne vergogno a dirlo perché ci ho 43 anni Ho una macchina che sta cadendo a pezzi e come vado a lavorare per campare

      Risposta
      1. Ge

        Io ho 43 anni, non ho la macchina, ma al lavoro ci arrivo lo stesso. Gli aerei inquinano, ma le auto anche. Non è perché un’altra cosa inquina di più, dobbiamo giustificarci e fregarcene dell’ambiente. Pensate ai vostri figli, che subiranno le conseguenze del vostro egoismo.

        Risposta
  5. Roberto

    Prevenzione non vuol dire limitare il traffico cittadino alle auto, bensì significa guardare di eliminare scie chimiche, inquinamento da parte di fabbriche(più controlli), costruire nuovi motori, fare scoperte rivoluzionarie. Esempio l’auto elettrica trova il tempo che trova.. Fare cose serie insomma!

    Risposta
  6. Salvatore

    Chissa perche il blocco si fa solo di inverno.forse i riscaldamenti a carbone o a gasolio non influiscono oppure le auto circolano solo di inverno e non in estate. In tutti i casi se limiti le liberta’personali in materia di mobilita’ almeno dai imezzi pubblici gratuiti nei giorni di costrizioni.

    Risposta
    1. LIDIA GHEZZO

      Infatti, solo d’inverno c’è’ il blocco. Perché le auto le possono fermare…mentre non si può chiedere di stare al freddo… . La considerazione che ho fatto anch’io. Per questo chiedo che i mezzi pubblici, vengano fatti circolare con percorsi, inerenti alle zone industriali. Considerando che quest’ultime, sono spesso soggiornate da prostitute. Sinceramente, camminare di sera, per recarsi al lavoro, o per tornare verso una fermata del mezzo pubblico, in presenza di tali scene, con il rischio di prendersi anche insulti dalle stesse… non è piacevole.

      Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *