DA BRICOCENTER A RIVOLI I LABORATORI NATALIZI

RIVOLI – Dopo esser partita in tutta Italia nel weekend del 10 e 11 novembre, la campagna Yes I RI non si ferma. L’appuntamento al Bricocenter di Rivoli.

Sabato 24 novembre si terrà il laboratorio in tema natalizio previsto nel punto vendita Bricocenter di Rivoli. Dalle ore 16 fino alle 18 i vicini di fare del negozio suggeriscono alcune idee e creazioni utili per favorire il riutilizzo dei materiali in chiave natalizia, unendo la salvaguardia del nostro pianeta ad un pizzico di sana fantasia.

Per info – Bricocenter Rivoli: C.so Susa, 306, Rivoli. Tel: 011-9586165.

L’INIZIATIVA YES I RI

Bricocenter, nella convinzione che l’impegno individuale è quello che aiuterà a migliorare il mondo in cui viviamo, propone nelle principali città italiane da sabato 10 a domenica 25 novembre, Yes I RI, una serie di appuntamenti, tra cui laboratori, corsi gratuiti e incontri nelle scuole, accompagnati da una contestuale campagna sui social. Il progetto si articola su quattro pilastri: RIpara e RIsparmia, RIduci e RIcorda, RIspetta e RIpensa, RIcicla e RIusa. RIcordare il valore degli oggetti, RIpensare all’ambiente che ci circonda, RIsparmiare, o meglio non sprecare, sono tutti principi che non solo si possono facilmente condividere, ma anche fare propri e rendere attuali nella vita di tutti i giorni. Seguendo i suggerimenti degli esperti di Bricocenter si fornisce anche un contributo alla riduzione delle emissioni di CO2, appunto RIducendo i consumi e contribuendo al RIciclo di prodotti che altrimenti diventerebbero rifiuti.

“Yes I RI non è solo uno slogan – afferma Cristina Mezzadra responsabile Marca e Comunicazione esterna di Bricocenter – ma è un’iniziativa che vuole sensibilizzare sul tema dei consumi sostenibili attraverso la conoscenza e la proposta di prodotti e soluzioni su misura, ma anche ricordando o diffondendo gesti e pratiche che possono diventare “buone” tutti i giorni. Yes I RI vuol dire  avere cura delle cose e della casa per farle durare di più, vuol dire riparare sempre tutte le volte che si può, riusare per evitare sprechi, riciclare e ridurre la produzione dei rifiuti, rispettare la sicurezza e la salute delle persone, promuovere l’utilizzo dei prodotti rispettosi dell’ambiente”.

All’interno della nuova campagna Yes I RI possiamo individuare una serie di azioni concrete e alla portata di tutti. Se guardiamo al pilastro RIduci e Ricorda, i suggerimenti vanno dal non lasciare gli apparecchi elettronici in stand-by al sostituire le vecchie lampadine con quelle al led. Bisognerebbe installare un timer che regoli meglio lo scaldabagno facendo attenzione che la temperatura non superi i 60 gradi (altrimenti sono solo consumi e non ci sono benefici), ma anche converrebbe posizionare dei sensori di presenza che regolino l’accensione della luce nelle stanze esclusivamente quando serve. La lotta agli sprechi coinvolge anche i consumi energetici che si possono ridurre intervenendo sull’isolamento della casa: con pannelli in sughero o in gomma, ma anche in lana di vetro e con l’aggiunta di nuove guarnizioni di gomma lungo i bordi o ponendo salamotti a terra si riesce a garantire un corretto isolamento degli infissi.

RIpara e RIsparmia è un principio che può essere esteso a tutti gli oggetti della casa, ad esempio recuperando vecchi mobili. Il restauro e la manutenzione di un mobile possono sembrare un’impresa complessa. In realtà spesso bastano degli interventi semplici e alla portata di tutti per preservarli sempre belli e resistenti nel tempo. Se le ante traballano si possono regolare i cardini, se i tarli si sono insediati nelle pareti è possibile fare iniezioni di colla, mentre per sistemare un mobile rovinato da buchi e fessure c’è lo stucco per il legno delicatamente steso con una spatolina. E si può persino sostituire senza nessun problema il fondo del cassetto danneggiato con un pannello di compensato (una volta che le misure siano state prese con grande attenzione). Infine dipingendolo con i giusti smalti il mobile acquista un nuovo look.

RIspetta e RIpensa guarda alla salute della casa e alle maggiori cause di inquinamento domestico. Il primo suggerimento riguarda il problema della muffa fonte di cattivi odori, ma anche di fastidi per le vie respiratorie. Intanto se l’abitazione ha inconvenienti di questo tipo ci sono strumenti come l’assorbiumidità e il deumidificatore che possono aiutare. RIspetta e RIpensa si preoccupa anche delle polveri o dei microrganismi all’interno dell’abitazione. Le soluzioni per questo tipo di situazioni comprendono un controllo costante del livello di umidità interno alla casa (che dovrebbe mantenersi intorno ai 18-22 gradi), una corretta ventilazione degli ambienti (con la giusta griglia di aerazione), fino al ricambio periodico dei filtri della cappa di cucina e degli impianti dell’aria condizionata. I consigli di Yes I RI riguardano anche l’utilizzo di prodotti non nocivi per le pulizie di casa: sarebbe sempre meglio scegliere prodotti naturali e comunque risciacquare sempre con attenzione ogni superficie lavata.

Trasformare un oggetto in qualcosa di nuovo, rinnovarlo e renderlo non solo ancora utilizzabile ma più bello: con questa filosofia Yes I RI per il quarto pilastro RIcicla e RIusa ha guardato all’ormai imminente Natale. Così l’idea è di proporre ai clienti di cimentarsi nella realizzazione degli addobbi attraverso il riciclo dei materiali e poi raccontarlo a tutti così da condividere le diverse esperienze.

A PROPOSITO DI BRICOCENTER

Bricocenter, insegna della Distribuzione Organizzata che offre prodotti e servizi per il fai da te legato alla manutenzione ed al miglioramento della casa e del giardino, fa parte di ADEO, che conta tredici insegne nel mondo, con la missione di “creare, sostenere e rendere possibile il sogno dell’habitat per tutti gli abitanti del mondo”. ADEO è presente in Italia anche con le insegne Bricoman, Leroy Merlin e Zodio.

Bricocenter

C.so Susa, 306 – Rivoli (Torino)

Tel. 011-9586165

Facebook Bricocenter Rivoli

www.bricocenter.it

(Informazione Pubblicitaria a cura della New Press – Testo di VALENTINA ADDARI)

 

 

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *