ALPIGNANO, CASELETTE E RIVOLI: A CHE PUNTO SONO I PROGETTI SULLE VASCHE DI LAMINAZIONE DELLA DORA?

Riceviamo dalla COLDIRETTI TORINO

TORINO – Coldiretti Torino chiede un incontro urgente con la Regione Piemonte e scrive a Francesco Balocco e Sergio Chiamparino, assessore regionale a Trasporti, Infrastrutture, Opere pubbliche e Difesa del suolo e Presidente della Giunta regionale. Fabrizio Galliati, Presidente di Coldiretti Torino, motiva così le ragioni della richiesta: “Vogliamo verificare a che punto sono i progetti per i bacini di laminazione delle acque della Dora Riparia nei territori in Alpignano, Caselette e Rivoli. Gli agricoltori chiedono il rispetto della destinazione d’uso dei terreni fertili lungo questo corso d’acqua“.

Sergio Barone, vice presidente di Coldiretti Torino, aggiunge: “L’ipotesi di realizzazione di vasche di laminazione era stata prospettata ai coltivatori due anni fa dall’assessore Balocco che aveva partecipato a un incontro organizzato dal comune di Caselette, cui avevano partecipato anche dirigenti e funzionari di Aipo. A fronte dei rilievi negativi sulle ipotesi progettuali di Coldiretti l’assessore regionale si era impegnato a non procedere con il progetto definitivo operativo senza prima confrontarsi con gli agricoltori. In merito a tali ipotesi progettuali Coldiretti aveva fatto presente che per risolvere i problemi di possibili esondazioni occorreva affrontare i problemi a monte per sistemare una situazione idrogeologica molto instabile del territorio della Val di Susa e, a valle di Caselette, affrontare i problemi per il deflusso delle acque portate da strozzature urbane, esistenti sul letto della Dora Riparia. In particolare la Coldiretti ritiene non utile e dannoso che su comuni confinanti si concedano nuove aree commerciali in terreni fertili destinati a bacini di laminazione“.

La richiesta di incontro di Coldiretti Torino, con Balocco e Chiamparino, emersa durante un recente riunione che ha visto presenti gli agricoltori di Avigliana, Caselette e Rivoli, ha l’obiettivo di fare chiarezza in merito al progetto del bacino di laminazione che coinvolge il territorio dei tre comuni, sito in sponda sinistra della Dora Riparia.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *