IL SINDACO: “IL PROGETTO TAV SI ALLONTANA DA RIVALTA: SULLA LINEA STORICA POSSONO PASSARE OLTRE 60 TRENI AL GIORNO”

dall’UFFICIO STAMPA DEL COMUNE DI RIVALTA

RIVALTA – Come sollecitato nel corso dell’ultima riunione dell’Osservatorio Tecnico sulla nuova linea ferroviaria Torino Lione dal Sindaco della Città di Rivalta di Torino Nicola de Ruggiero, si è svolta ieri pomeriggio la riunione dei componenti dell’Ambito A2 dell’Osservatorio (Buttigliera Alta, Rivalta, Rivoli, Rosta e Orbassano), estesa agli altri comuni interessati dalla tratta di linea storica (Alpignano, Collegno e Grugliasco).

L’incontro ha avuto come oggetto la verifica della capacità residua della linea storica. Nel corso della riunione sia RFI, nella persona dell’ingegnere Luca Bassani, che Italfer, nella persona dell’ingegnere Francesco Perrone, hanno illustrato tutte le criticità legate al raddoppio dei binari in asse lungo la linea storica nel tratto Avigliana – Torino San Paolo.

La novità che è emersa, certificata sia da RFI che da Italfer, è che nell’attuale modello di esercizio, con i due binari oggi esistenti e senza alcun intervento di potenziamento, la linea storica Avigliana-Torino San Paolo ha una capacità residua che consente, da domani, di far passare oltre 60 treni merci al giorno a fronte degli attuali 39.

Lo sfruttamento di tale capacità residua permette quindi di rivedere i tempi del completamento della linea Torino-Lione: tenendo ferma la data del 2030 per la realizzazione del tunnel transfrontaliero, è stato definito un differimento dei tempi al 2035 (fino a ieri era il 2030) per garantire il passaggio 162 treni merci su tutta la linea.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *