BLOCCO AL TRAFFICO IN CINTURA OVEST E TORINO, SI PARTE DAL 15 OTTOBRE: ECCO TUTTE LE NOVITÀ E I COMUNI COINVOLTI

DALL’UFFICIO STAMPA DELLA CITTÀ METROPOLITANA DI TORINO

Lunedì 15 ottobre in 30 Comuni dell’agglomerato metropolitano di Torino e in tre esterni – Carmagnola, Ivrea e Chivasso – partiranno le limitazioni al traffico per i veicoli a motore, con il blocco permanente dalle 0 alle 24 degli Euro 0 e con il blocco dei veicoli Euro 1 e 2 diesel dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 19. È inoltre previsto il blocco degli Euro 3 diesel dal 15 ottobre al 31 marzo 2019, sempre dalle 8 alle 19 Le limitazioni alla circolazione sono state confermate dai Comuni che partecipano al Tavolo di concertazione sulla qualità dell’aria istituito presso la Città Metropolitana di Torino.

 

Nella riunione odierna il Tavolo ha esaminato nel dettaglio l’Ordinanza-tipo contenuta in una Delibera della Giunta Regionale, soffermandosi sugli aspetti più significativi. Alcuni aspetti di tale Ordinanza verranno recepiti in un Decreto del Vicesindaco metropolitano, Marco Marocco. La riunione odierna è servita per definire una formulazione coordinata delle Ordinanze che i singoli Comuni adotteranno nei prossimi giorni.

 

Sono previste deroghe al divieto di circolazione per i veicoli Euro 1, 2 e 3 degli ambulanti che compiono tragitti brevi. Tali deroghe saranno limitate a due “finestre” temporali: dalle 8 alle 8,30 e dalle 14 alle 17. Sono previste deroghe al divieto di circolazione anche per gli ultrasettantenni alla guida di tutti i veicoli e per il car pooling (in questo caso solo quanto scatteranno eventualmente i blocchi emergenziali). Per i veicoli riconosciuti di interesse storico e collezionistico sarà prevista l’esenzione dal divieto di circolazione il sabato e nei giorni festivi e per partecipare a raduni e manifestazioni per veicoli storici.

“Oggi abbiamo definito la data in cui gli Enti locali sono in grado di partire con la regolamentazione. È un traguardo importante, perché siamo riusciti a perseguire l’obiettivo del miglioramento della qualità dell’aria senza penalizzare eccessivamente i cittadini e le categorie produttive. – sottolinea il Vicesindaco metropolitano, Marco Marocco – Per i periodi di inquinamento molto elevato, che ci auguriamo non si verifichino, abbiamo preferito mantenere il livello viola del semaforo, che affronta con limitazioni molto severe eventuali situazioni di forte criticità”.

I COMUNI COINVOLTI DAL BLOCCO

Nel territorio metropolitano le misure di limitazione si applicano ai comuni di Alpignano, Beinasco, Borgaro Torinese, Cambiano, Candiolo, Carignano, Carmagnola, Caselle Torinese, Chieri, Chivasso, Collegno, Druento, Grugliasco, Ivrea, La Loggia, Leinì, Mappano, Moncalieri, Nichelino, Orbassano, Pecetto, Pianezza, Pino Torinese, Rivalta di Torino, Rivoli, San Mauro Torinese, Santena, Settimo Torinese, Trofarello, Torino, Venaria Reale, Vinovo e Volpiano.


6 thoughts on “BLOCCO AL TRAFFICO IN CINTURA OVEST E TORINO, SI PARTE DAL 15 OTTOBRE: ECCO TUTTE LE NOVITÀ E I COMUNI COINVOLTI

  1. Paolo

    Buon giorno, Sono un rappresentante ho un euro 3…..con 126000km sempre tagliandata… CL. 1900Td….non ho possibilità di sostituirla… 3 figli a carico ± moglie….. L’auto mi permette di portare il pane quotidiano a casa!!! Come dovrei fare?Grazie distinti saluti cattualmente spese extra, è impossibile Affrontarlelllll

    Risposta
  2. Antonino Castroflorio

    Sono un ” ultra settantenne” posso guidare un euro 3 di mia nuora? Grazie!

    Risposta
  3. Pasquale reidente a Torino operaio

    Perchè l”assessore all”ambiente a Torino non la smette con questa idiozia di bloccare le auto a baraonda e invece non prende il problema in maniera davvero seria , facendo fare per quanto riguarda le auto e tutto il resto una revisione seria e bloccare a questo punto solo le cose che inquinano davvero,anche perchè molte auto diesel soprattutto quelle con filtro antiparticolato inquinano molto meno di auto a benzina, e poi i pulman gestione GTT comunale che ognuno inquina quanto 120 auto diesel euro 3 cosa scientificamente provata ,lasciando poi perdere tutte le case popolari del comune ancora senza valvole ai termosifoni. N.B il servizio pubblico a Torino in collegamento con le zone industriali è uno schifo, e il cittadino che tiene in maniera seria la sua auto ha diritto di andare a lavorare con il proprio mezzo e portare il pane a casa. Sindaca Chiara Appendino ti ho votata e sono completamente deluso della sua giunta per come sta mettendo in difficoltà i propri concittadini, si ricordi le promesse in campagna elettorale erano altre, non prendete per favore in giro i cittadini

    Risposta
  4. Lidia

    Buongiorno,
    come Paolo sono un rappresentante e,data la situazione odierna , sembra che siano sempre i più deboli ad essere penalizzati!!!!
    Certamente chi è economicamente fortunato non ha problemi ad adeguarsi a queste nuove ordinanze, ma sono le fasce più deboli che andrebbero sostenute!!
    Come Paolo anch’io possiedo solo un Euro 3 regolamente tagliandata e sono impossibilitata ad acquistare un auto nuova.
    Mi chiedo però come sia possibile per persone come noi affrontare la spesa per l’acquisto o il noleggio di un nuovo veicolo se ci viene impedito di lavorare!!! Pensavo di vivere in un paese libero e civile…ma evidentemente mi sbagliavo…
    Viviamo in un paese dove solo i più fortunati hanno diritti…..tutti gli altri solo doveri.

    Risposta
  5. enry

    volevo ringraziare il vicesindaco x avermi messo in mezzo ad una strada togliendomi lunico mezzo a mia disposizione e portata x poter lavorare, grazie di cuore ! grazie per avermi ridotto dinuovo in miseria! grazie x avermi messo in condizioni di rottamare un veicolo appena comprato con sacrifici ,e probabilmente perderò anche casa ….quattro mura che da anni cercavo di permettermi…………italia maledetta e ladra…..ammazza persone,questo è un luogo carcerario ai fini di morte…….

    Risposta
  6. MASSIMO

    Ma se si sveglia “”PEPPINO “”dovete solo scappare con 1 2 3 4 e quando tocchera al 5 DOVETE INIZIARE A CORRERE FORTEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE…!!!.E BASTA..!!!!!!!!!!!!!!

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *