A PIANEZZA UNA BELLA FESTA DEL LETTORE

di PINO SCARFÒ

PIANEZZA – Si è conclusa nel tardo pomeriggio di sabato 29 settembre la Festa del Lettore, organizzata dall’amministrazione comunale in collaborazione con la Pro Loco e la biblioteca civica di Pianezza. Tanti gli interessati che curiosavano nella biblioteca stessa oppure nella vicina piazza Vittorio Veneto tra gli stand allestiti dalle associazioni culturali.

Erano presenti “La Matrioska” che ha curato lo scambio libri tra gli studenti, gli “Amici della Cultura” dediti alla diffusione della lingua e della cultura piemontese, la Pro Loco con i ghiotti Melicotti, biscottini artigianali del luogo e “Gli Amici dell’Arte” che hanno annunciato la pubblicazione di una nuova opera letteraria dedicata all’artista pianezzese Mario Lisa scomparso nel 1992.

Il prossimo anno vogliamo dedicargli anche una retrospettiva” – afferma il presidente Francesco Gollini. Alcuni dipendenti della biblioteca civica distribuivano ai passanti libri dismessi dalla struttura. Dopo la lettura animata in biblioteca che ha aperto la manifestazione in mattinata, è stata inaugurata la mostra delle macchine da scrivere portatili per festeggiare i 110 anni della produzione Olivetti. Si potevano anche ammirare una trentina di esemplari prodotti tra il 1930 e gli anni ’80 tra cui la MP1, la mitica Lettera 22 e la Valentine, disegnate da Camillo Olivetti, Ettore Sottrass e Marcello Nizzoli, quest’ultima su carrozzeria in alluminio.

In mostra anche alcune macchine degli anni ’80 sponsorizzate da Italia 90 per essere donate ai giornalisti: “Tutte queste macchine portatili erano una bella novità per quegli anni: non sono servite solo ai giornalisti ma anche a tanta gente comune per raccontare cose quando si trovavano lontano da casa..i propri ricordi, i diari di viaggio, le gite fuori porta..” – dichiara il proprietario della collezione Francesco Allaria.

Nel pomeriggio, gli autori Ambra Zamuner, Cristina Vitagliano e Gianpaolo Spaliviero hanno presentato le loro ultime produzioni letterarie. Spaliviero ha parlato del suo libro che ha come protagonisti i Melicotti. A chiudere il pomeriggio, una selezione di poesie tratte dai lavori di Camillo Brero, Remo Bertodatti e Vittoria Rollè. “Attribuiamo il successo della giornata anche alla nostra scelta di ampliare lo spazio pubblico per la lettura alla piazza Vittorio Veneto anziché limitarlo ai luoghi tradizionalmente deputati, come le biblioteche”- spiega l’assessore alla cultura Riccardo Gentile.

Tra le iniziative collaterali, un simpatico tour con il cantastorie a bordo di un vecchio bus del 1961 ha percorso le vie del paese. La festa si è conclusa con la premiazione dei lettori più assidui della biblioteca che l’anno scorso hanno letto dai 140 ai 300 volumi ciascuno: Ines Mastromonaco, Alberto Gelain, Piero Pensato, Teresio Cavalleris e Vincenzo Falletta. Il record di 300 libri letti in un anno è di una lettrice che preferisce restare nell’anonimato.

Tra i premiati anche tre bambini tra i sei e i sette anni: Alessandro, Miriam e Simone con più di cinquanta libri a testa. La mostra delle macchine da scrivere resta aperta fino al 5 ottobre negli orari della biblioteca. Mentre l’intera collezione, composta da circa 700 pezzi, realizzati tra il 1908 e il 2002, è visitabile a Castellamonte presso la casa museo della famiglia Allaria. Per maggiori informazioni è possibile contattare il numero telefonico 340-4651121.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *