A GRUGLIASCO LA FESTA DI FINE ESTATE TRA CONCERTI, GIOCHI E AREA RISTORO

dell’UFFICIO STAMPA LP PRESS

GRUGLIASCO – Nella splendida cornice del Parco Culturale le Serre di Grugliasco, si svolge per il terzo anno consecutivo il Goodbye Summer Fest, evento ideato per colmare la mancanza di offerta culturale del periodo e per salutare l’estate con un colorato e divertente arrivederci all’interno di una dei parchi più belli della provincia di Torino.
Questa terza edizione si svolge in un’unica giornata, il 22 settembre a partire dalle ore 16, con un programma che propone attività culturali, ricreative e sportive per tutte le età e un’ampia area ristoro per tutti i gusti.

Una grande festa di fine estate con visite gratuite al Museo Gianduja, curato dall’Istituto per i Beni Marionettistici e il Teatro Popolare, e al RIMU – Rifugio Antiaereo e Museo della Città, la Cooperativa Sociale La Bottega Onlus con mostra fotografica “Immagini che lasciano il segno” e stand con prodotti solidali realizzati dai loro ragazzi, laboratori ludici su lingue straniere per bambini a cura della scuola Babel Labs, laboratori di disegno e pittura per bambini a cura del progetto “La stanza della meraviglie” di Silvia Gariglio, lezioni di yoga sul prato con Nicoletta Napoli del progetto YOU, calcio balilla e sport con campi da pallavolo, pallacanestro e ping pong, esibizioni di danza e lezioni di prova gratuite a cura della Turin Dance Academy, la casa editrice Autori Riuniti con i suoi libri e i suoi quiz culturali, l’inaugurazione del progetto di bookcrossing “ScambiaLibro” promosso dall’associazione Cojtà Gruliascheisa, stand informativo del C.A.N.C – Centro Animali Non Convenzionali, stand dell’Alveare che dice si! di Grugliasco, l’alveare di zona del progetto che crea un network che unisce il mondo social e la spesa km0 attraverso il web, e tanta musica con i concerti dei gruppi Smash All, special band composta da 3 educatori e 5 ragazzi diversamente abili, I Vitelloni e i Surfoniani.

Una bella occasione per passare una giornata tra arte, divertimento, gusto e natura all’interno del bellissimo Parco Culturale Le Serre, luogo d’incontro e fruizione dell’arte nel centro storico della città con 35 mila metri quadri immersi nel verde ed edifici storici, tra i quali spicca la magnifica settecentesca Villa Boriglione Moriondo.

Il parco è facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici, gode di un adiacente ampio parcheggio libero e la manifestazione si svolgerà anche in caso di maltempo presso la struttura La Nave.

I CONCERTI E LE BAND

Sono tre i gruppi che suoneranno nell’arco della serata: gli Smash All, I Vitelloni Orchestra e i Surfoniani.

Alle ore 19:30 aprono gli Smash All, una special band composta da 3 educatori e 5 ragazzi diversamente abili, nata dopo un lungo lavoro svolto all’interno di un laboratorio musicale curato dalla Cooperativa L’Arcobaleno di Torino che ha permesso a diversi ragazzi disabili di esprimersi emotivamente. Con le chitarre ed il basso dei tre educatori e i diversi strumenti a percussione (batteria, jembè, congas, rototom, maracas, tamburo, tamburello e sonagli vari) e a fiato (flauto traverso e clarino) suonati dai ragazzi, la band esegue propri brani e cover pop e rock riarrangiate con originalità. L’esperienza live di oltre 50 concerti ha donato a questi ragazzi preziose occasioni di socializzazione e inclusione sociale con ottime ricadute positive sulla loro autostima.
Alle ore 21:00 sarà la volta de I Vitelloni Orchestra, una band che fa incontrare il rock’n’roll con la musica da balera dando vita a uno spettacolo d’altri tempi e trasportando il pubblico in un viaggio nella storia della canzone italiana, attraverso tutti gli stili che ne hanno caratterizzato l’evoluzione e a ironici e originali arrangiamenti. Dallo swing del Quartetto Cetra, fino al rock raffinato di Lucio Battisti, passando per il jazz da night club, il rock’n’roll, il beat e il sound caraibico. Il progetto I Vitelloni è curato da Simone Costrino – cantante, polistrumentista e arrangiatore, diplomato al conservatorio Giuseppe Verdi di Milano – insieme a Francesco Vigna (chitarra e voce), Luca Zennaro (sax), Corrado Calcagno (tromba9, Federico Griso (batteria) e Ignazio Ciofalo (percussioni e voce)
Dalle ore 22:30 la chiusura è affidata a i Surfoniani, un trio di surf music, devoti alle sonorità più riverberate dei primi anni Sessanta. Sono di Torino, sono attivi dal 2005 e sono costituiti da Giamba alla chitarra, Fra al contrabbasso e Tony alla batteria. La struttura musicale dei loro pezzi è spesso caratterizzata da una potente sezione ritmica di contrabbasso e batteria, sulla quale si scaglia la selvaggia chitarra di Giamba. Oltre alle partecipazioni ad alcuni importanti festival, i Surfoniani hanno all’attivo un centinaio di concerti tra Piemonte, Lombardia e Liguria e un disco uscito nell’estate del 2016 con 11 tracce originali.

L’AREA RISTORO

All’interno del Parco viene allestita un’area ristoro con cibo di qualità per tutti i gusti.
Ci saranno i food truck “Che ti frulla” con centrifugati e frullati, “Vanilla” con granite ed altri prodotti siciliani, “Cucinando su due ruote” che propone cucina vegana con uso della canapa, “Agribiscotto” con pizza e prodotti da forno, “Tripel B” con birre belghe ed altri ancora con pasta e panini.

LO YOGA, I LABORATORI PER BAMBINI, LA COOPERATIVA SOCIALE LA BOTTEGA CON MOSTRA FOTOGRAFICA E PRODOTTI SOLIDALI, IL MUSEO GIANDUJA, IL RIFUGIO ANTIAEREO, LO SPORT E LE ALTRE PROPOSTE.

Nei bellissimi spazi verdi del Parco ci saranno anche lezioni di yoga condotte da Nicoletta Napoli alle quali si potrà partecipare a fronte di un’offerta minima di 5 euro prenotando via whatsapp al 3494997789. Nicoletta Napoli, laureata in comunicazione, si è diplomata hatha yoga 200 hrs e vinyasa core, studia coaching e d il suo stile di insegnamento, seppure con tratti sportivi, tiene conto dell’importanza del linguaggio e della condivisione di gruppo. Per l’occasione propone una pratica dinamica e vivace di yoga hatha flow dedicata alla luna piena e all’equinozio d’autunno che cade proprio in quei giorni, per un arrivederci
Ci saranno laboratori di disegno e pittura per bambini a cura di Silvia Gariglio e del suo progetto “La stanza delle meraviglie”, ai quali si potrà partecipare con una piccola quota di iscrizione. I bambini potranno sperimentare il disegno e la pittura ad acquerello con l’illustratrice che li aiuterà e li seguirà nella creazione della loro opera.
Per i bambini ci saranno anche attività linguistiche e laboratori ludici per imparare nuove lingue a cura della scuola Babel Labs di Grugliasco, specializzata nel mettere a punto metodi innovativi per un apprendimento efficace e divertente.

All’interno del Parco viene allestita la mostra fotografica “Immagini che lasciano il segno” a cura dei ragazzi della Cooperativa Sociale La Bottega S.c.s. Onlus, attiva dal 1999 a Torino, Grugliasco e Rivoli nell’integrazione lavorativa di persone con svantaggio intellettivo. La mostra è uno dei frutti del Laboratorio di Fotografia Terapeutica organizzato da La Bottega Onlus e racconta la disabilità attraverso le immagini con l’intento di educare, riconoscere e riconoscerci nelle diversità. I ragazzi de La Bottega avranno anche uno stand con prodotti solidali, oggetti di artigianato vari realizzati da loro stessi nei vari laboratori.
Durante la giornata si potrà visitare gratuitamente il Museo Gianduja e il RIMU – Rifugio Antiaereo e Museo della Città, entrambi all’interno della Villa Boriglione Moriondo.
Il Museo Gianduja, nato per riconsiderare la maschera piemontese, la cui storia coincide in gran parte con quella del nostro Risorgimento, si avvale dei materiali provenienti dalle collezioni dell’Istituto per i Beni Marionettistici e il Teatro Popolare, una raccolta unica che comprende marionette, burattini, fondali, teatrini, copioni manoscritti, documenti, manifesti, disegni, tavole originali, pubblicazioni, opuscoli, cartoline, fotografie d’epoca, oggettistica.
Il rifugio antiaereo è stato recuperato e ristrutturato nel 2015 dall’Associazione Cojta Gruliascheisa nei locali sotterranei della Villa e al suo interno ha preso vita un museo con esposizioni tematiche, filmati e reperti legati alle due guerre e alla storia di Grugliasco.
Nel parco si troverà anche lo stand della casa editrice indipendente Autori Riuniti di Torino, formata da soli autori, che esporrà le sue pubblicazioni e proporrà al pubblico divertenti quiz culturali.
Sul tema dei libri ci sarà anche, alle ore 16.00, l’inaugurazione del progetto di bookcrossing “ScambiaLibro” nel parco promosso dall’associazione Cojtà Gruliascheisa.
Ci sarà anche un’area di giochi e sport con calcio balilla, tavoli da ping pong, campo da pallavolo e campo da pallacanestro a cura della Pallacanestro Grugliasco che sarà presente anche con un suo stand.
Ci sarà anche la Turin Dance Academy con esibizioni e lezioni di prova gratuite di danza.
Con un proprio stand informativo sarà anche presente il C.A.N.C – Centro Animali Non Convenzionali di Grugliasco che si occupa della di tutti gli animali selvatici presenti sul territorio della Provincia di Torino e di assistenza tecnica e sanitaria per gli allevatori ed i proprietari di animali rari e non comuni.
Con un proprio stand ci sarà anche L’Alveare che dice si! di Grugliasco, il riferimento locale del progetto che ha come obiettivo centrale la volontà di creare una rete che unisce il mondo social e la spesa km0 attraverso la piattaforma web

Il Goodbye Summer Fest è organizzato dalla Società Le Serre, con il patrocinio della Città di Grugliasco, in collaborazione con l’associazione Cojtà Gruliascheisa e con il contributo di Cidiu Servizi spa e L’Arca Consulenza Assicurativa s.r.l.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *